Mostra futura

Mostre

In corso

LO SGUARDO ALTROVE

UTOPIE E DISTOPIE, OPPOSTI SFUMATI

 

Opere della colelzione civica di Torre Pellice

3 dicembre 2022 – 21 gennaio 2023

Inaugurazione sabato 3 dicembre ore 17

IL CONTESTO

Questa mostra nasce da un dialogo fra la Civica Galleria d’arte contemporanea Filippo Scroppo e il Liceo Valdese di Torre Pellice attorno a un tema arduo del nostro tempo: l’utopia e il suo contrario.

Lo sguardo altrove, il titolo di questa esposizione, non rappresenta solo un espediente letterario ma consiste in uno sforzo di relativizzazione e comparazione critica del mondo presente.

In un tempo di presentismo dominante, abbiamo bisogno di far comprendere, con la complicità delle giovani generazioni, che il mondo che abitiamo non è l’unico possibile: è il prodotto storico di una determinata configurazione politica, economica, sociale che si è formata nel tempo e che è in costante evoluzione.

Da sempre l’utopia è il non-luogo del possibile, è un altrove migliore proiettato in uno spazio geografico diverso o in un futuro a venire. Quale che ne sia la formula, l’utopia costituisce un contraltare dialettico e critico del luogo presente.

Allo stesso tempo anche la distopia, pur operando un capovolgimento del giudizio di valore sull’«altrove», mantiene intatta la sua carica critica e dialettica, mostrando un non-luogo negativo che è incredibilmente affine ai dilemmi del tempo e delle società presenti.

LA MOSTRA

Questa tematica è stata affrontata dagli studenti del quarto anno del Liceo Valdese di Torre Pellice nel corso delle lezioni di filosofia e di arte durante l’anno scolastico 2021/2022, con l’obiettivo di progettare una mostra realizzata a partire dalla collezione civica d’arte contemporanea di Torre Pellice.

Grazie a questa intensa collaborazione fra l’Assessorato alla cultura del Comune di Torre Pellice, la Civica Galleria Scroppo e il Liceo Valdese è nata l’idea di proporre al pubblico una riflessione sul tema dello sguardo «Altrove», fra utopia e distopia che sono – a ben vedere – opposti ma al tempo stesso sfumati.

Attraverso uno sguardo come quello dell’arte contemporanea, che travolge il reale, ci interroga e talvolta ci disorienta, siamo costretti a perdere la rotta, proprio come i protagonisti delle prime utopie rinascimentali che – dopo un naufragio – incappavano nelle terre sconosciute dell’irrealtà. Arte e pensiero, dunque. Visioni e parole. Un dialogo: a volte frenetico, a volte sordo, a volte stridente. Un invito a fare naufragio, sospendere il tempo presente e gettare lo sguardo Altrove.

Guidati da Luca Motto, curatore e conservatore della Galleria Scroppo, un gruppo di studenti e studentesse del Liceo Valdese hanno seguito dapprima un percorso di formazione riguardante la progettazione e la realizzazione di un evento espositivo con un focus sulla collezione pubblica di arte contemporanea di Torre Pellice. Gli studenti seguiti dai loro docenti, Martino Laurenti (filosofia) e Laura Trovato (storia dell’arte), hanno svolto poi un ruolo attivo in tutte le fasi progettuali e decisionali riguardanti la costruzione dell’evento espositivo.

Gli studenti, in particolare, hanno elaborato i contenuti che costituiscono l’apparato testuale della mostra e selezionato un nucleo di opere dalla collezione civica secondo una chiave di lettura particolare: quella delle diverse forme dell’utopismo.

L’esposizione si compone di una quarantina di opere abbracciando un arco cronologico che muove dagli anni ’50 fino a un nucleo di recenti lavori entrati nella raccolta d’arte torrese grazie alla donazione di giovani artisti e artiste.


Tra gli artisti in mostra si segnalano: Filippo Scroppo, Ezio Gribaudo, Antonio Carena, Franco Garelli, Enrico Paulucci, Mario Merz, Marco Gastini, Paolo Paschetto, Piero Gilardi, Giorgio Ciam, Enrico Alimandi, Carlo Levi, Michelangelo Pistoletto e Mario Surbone. Il nucleo dei giovani si compone dei lavori di: Masoudeh Miri, Chantal Garolini, Eric Pasino, Pablo Mesa Capella, Marco Abrate, Pietro Campagnoli, Lorenzo Gnata.

 

La mostra si arricchisce infine, oltre all’apparato testuale, di contenuti audio realizzati dagli studenti, utili a rendere la fruizione della mostra da parte dei visitatori ancora più inclusiva. Un podcast di 5 episodi con la funzione di audio-guida che il visitatore può attivare dal proprio dispositivo (tramite una scansione Qr-code) per comprendere le opere in mostra anche attraverso la chiave di lettura delle forme di «Altrove».

A questo link il podcast completo

mostra a cura di Liceo Valdese di Torre Pellice e Galleria Scroppo

 

con il contributo di

Martino Laurenti e Laura Trovato, DOCENTI LICEO VALDESE

 

Francesco Barbero, Dalila Depetris, Simona Maria Giugleur, Evghenii Munteanu, Samani Rivoiro, Allis Tourn-Boncoeur, STUDENTI LICEO VALDESE

 

Luca Motto, CURATORE E CONSERVATORE GALLERIA SCROPPO

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

logo quadrato

Civica Galleria d'arte contemporanea
Filippo Scroppo

via Roberto D'Azeglio, 10
10066 - TORRE PELLICE (TO) +39 0121 932530 galleriascroppo@comunetorrepellice.it

ORARIO

martedì, mercoledì, giovedì
15.30 - 18.30

venerdì, sabato
10.30 - 12.30

SOCIAL